Comune di Nonantola

Comune di Nonantola

Salta la navigazione





Museo di Nonantola

MUSEO DI NONANTOLA (Torre dei Bolognesi)

Ingresso:

Via del Macello
41015 Nonantola Mo

Telefono:

  • 059/896656
  • 059/896639

Dal lunedì al sabato 8.30-13.00, martedì e giovedì 14.00-17.00 (per informazioni contattare lo 059/896656)

Durante gli orari di apertura del museo (sabato, domenica e festivi 9.30-12.30 e 15.30-18.30) contattare il numero 366/4340703

Email:

Ingresso gratuito.

Non accessibile ai disabili; al piano terra è stata predisposta una visita virtuale.

Orario di apertura:

  • Sabato, Domenica e Festivi:
    9:30/12:30 - 15:30/18:30

Visite guidate: le visite guidate sono possibili su prenotazione contattando l`Ufficio Archivi, Musei, Turismo e Volontariato allo 059/896656-639

Tempi di visita:sono previsti tre diversi percorsi di visita basati su altrettanti livelli di approfondimento (per informazioni si veda l'allegato)

Clicca qui per informazioni relative a visite guidate e laboratori didattici.
PIANO TERRA
Benvenuti al museo
Mostra "I ragazzi ebrei di Villa Emma a Nonantola: 1942-1943"
 

Il piano terra del museo di Nonantola è stato pensato per accogliere diversi spazi. La biglietteria- bookshop, gli schermi che in tempo reale rimandano le immagini dal belvedere, la postazione per la visita virtuale, pensata soprattutto per chi non ha la possibilità di accedere ai piani superiori.

In seguito al sisma del 2012 è stata raillestita in questa sede la mostra “I ragazzi ebrei di Villa Emma a Nonantola: 1942-1943“. La mostra, curata dallo storico tedesco Klaus Voigt, racconta un importante episodio legato alla Seconda Guerra Mondiale che vede coinvolta la comunità nonantolana nel salvataggio di 73 ragazzi ebrei.

Importantissimi sono il pannello raffigurante le 4 fasi della torre dei bolognesi (torre militare, poi carceraria, successivamente magazzino e infine acquedotto) e la lapide (lastra di trachite proveniente dai Colli Euganei) che ne ricorda la fondazione.

 

 

La torre nella sua funzione originaria
di torre militare
La torre dal XV al XIX secolo
utilizzata come prigione

La torre nel periodo in cui venne
utilizzata come magazzino
La torre quando ospitò il deposito
sopraelevato dell'acquedotto
 
Piano terra Lapide commemorativa
che ne ricorda la fondazione

 

 

 

 
PRIMO PIANO

Il volto di Nonantola oggi.

Gli ottant’anni che hanno modificato il volto di Nonantola: dallo sviluppo demografico ed economico all’avvento del fascismo.

 

Al primo piano, basandosi principalmente su fonti fotografiche e documentarie, il museo presenta le tappe fondamentali che hanno portato, a partire dagli anni venti del ‘900, alla Nonantola di oggi: lo sviluppo demografico, le conseguente forte urbanizzazione e il “miracolo” economico che ha determinato il passaggio rapidissimo dall’agricoltura all’industria. L’approfondimento verte in particolare sui fatti principali legati all’antifascismo e alla resistenza. Di grande interesse è la vetrina dedicata alle figure di Don Arrigo Beccari e a Giuseppe Moreali, che per l’impegno profuso a favore degli ebrei perseguitati e in generale delle persone discriminate dal nazifascismo, sono stati insigniti dell’onorificenza di Giusti tra le Nazioni.

I due oggetti esposti a questo piano, la carriola e la bicicletta, raccontano, con la loro presenza, importanti momenti della storia della società e della cultura nonantolana e di tutto il territorio della pianura emiliana.

   
Primo piano Gli Americani in via Marconi il 21 Aprile
giorno della Liberazione di Nonantola
   
La bicicletta

Lo sviluppo urbanistico di Nonantola
nel dopoguerra

 

 
SECONDO PIANO

Le radici del cambiamento.

Le trasformazioni del paesaggio e della comunità.

 

Il secondo piano ripercorre a ritroso l’Ottocento ed evidenzia le profonde trasformazioni dell’agricoltura e del paesaggio. Esse seguono e si identificano in buona parte e per un lungo periodo di tempo, con la storia del movimento contadino e bracciantile, la nascita del socialismo, dell’azione cooperativa e sindacale delle campagne. In termini di approfondimento si presta particolare attenzione all’evoluzione della Partecipanza Agraria di Nonantola (l'Ente Morale derivante dal lascito di età medievale) che in questo secolo raggiunge non solo una sua più matura autonomia dal Comune, ma procede ad una profonda e radicale trasformazione agronomica: si abbatte il bosco secolare di 900 biolche, si dissodano i prati estesi per 1200 biolche per far posto alle coltivazioni di cereali.

Interessante al centro della sala, la scranna salimbeniana, una semplice sedia di legno che può essere trasformata in uno “scaletto” da biblioteca e che è documentato essere prova dell’ingegno di uno degli esponenti della nobile famiglia Salimbeni, per lungo tempo la più notabile di Nonantola.

 

   
La Scranna salimbeniana Ricostruzione di un podere mezzadrile
   
Mappa della Partecipanza
nell'ottocento
Ponte sulla ferrovia
che collegava Nonantola a Modena

  

 
TERZO PIANO

Il Monastero di San Silvestro e la Magnifica Comunità di Nonantola.

 

Il terzo piano copre l’ampio periodo storico che, dal 1700 va al 1000 circa, partendo dalle origini del borgo di Nonantola nato nei pressi del Monastero di San Silvestro, fondato nel 752 dal longobardo Anselmo. Di particolare interesse sono le ricostruzioni dell’evoluzione del borgo ad opera di Riccardo Merlo. I disegni si basano sulle informazioni e sulle scoperte fornite dalla ricerca e dagli scavi archeologici condotti a partire dal 2001 dall'Università degli Studi di Venezia sotto la direzione scientifica di Sauro Gelichi, studi che hanno contribuito a gettare nuova luce sulle origini del borgo. A questo si aggiunge l’approfondimento che riguarda lo sviluppo di Nonantola in antico regime nei suoi aspetti istituzionali ed economici.

Interessantissimo il plastico della Torre dei Bolognesi (la stessa in cui è ospitato il museo), che riproduce fedelmente quello che avrebbe dovuto essere l’aspetto di parte delle mura di Nonantola prima del loro definitivo abbattimento.

 

 

Plastico che riproduce l'apparato difensivo
intorno alla torre nel XIV-XV secolo
Statuti della Comunità
di Nonantola, 1419
Monastero e castrum
nel X secolo
Campana dell’Oratorio
di San Rocco, 1630

 

 
 
 
QUARTO PIANO

Dai Romani alla Preistoria.

La centuriazione romana, gli insediamenti dell’età del ferro, la terramara di Redù.

 

Il quarto piano tratta la fase più antica della storia di Nonantola e del suo territorio, dall’età del Bronzo a quella romana. I disegni di Riccardo Merlo contenuti nei pannelli-libro aiutano a ricostruire la vita in queste epoche lontane. Grazie alla selezione dei reperti archeologici, già presenti nella precedente raccolta dell’Antiquarium di Nonantola, è emerso un importante manufatto risalente all’età del Bronzo: si tratta di un piede di statuetta antropomorfa in ceramica di impasto. Il piede costituisce ad oggi, l’unico esempio di oggetto dell’età del Bronzo con dettagli anatomici così perfetti (è da notare la resa del malleolo); esso apparteneva probabilmente alla statua di una divinità. Il reperto è stato rinvenuto presso la Terramara di Redù, che si connota come un'area di culto molto importante, come testimonia anche il ritrovamento della cosiddetta “Lamina Aurea”, un disco d’oro decorato, probabilmente rappresentazione del sole, oggetto di venerazione da parte di molte culture antiche.

 

 

Ipotesi ricostruttiva del villaggio
terramaricolo di Redù
Il territorio durante
l'età del Ferro
Il territorio durante il periodo romano Redù, podere Pilastro. Piede di statuetta
antropomorfa in ceramica d'impasto. XVIII-XIII sec a.C.
 
Redù, podere Pilastro.
Disco aureo, media età del Bronzo
 Foto quarto piano dalla Torre

 

BELVEDERE
Nonantola dall’alto.
 

Il belvedere rappresenta il ritorno al presente più immediato e pulsante, in continuo movimento e trasformazione. Permette un diretto confronto con le epoche più antiche appena percorse e raccontate. Dalla sua balconata è infatti possibile cogliere la visione d’insieme dell’abitato di Nonantola e del suo territorio, da tutti i punti cardinali. Durante le giornate particolarmente terse, a occhio nudo si possono riconoscere anche i paesi e le città confinanti e i loro monumenti: la chiesa di San Giovanni in Persiceto, San Luca sui colli bolognesi e la Ghirlandina di Modena.

Dal belvedere si possono quindi ammirare:

A Ovest: Modena, la Torre dei Modenesi, Villa Emma

A Est: Bologna

A Nord: la Partecipanza Agraria, l'Abbazia di San Silvestro, la Pieve di San Michele Arcangelo, la Chiesa di Santa Filomena.

A Sud: l'Appennino modenese e i Cimone.

 

 

Vista San Luca Dal belvedere
Servizi Culturali - Archivio storico e Museo, Turismo, Volontariato, Manifestazioni e Sport

c/o Palazzo della Partecipanza Agraria di Nonantola via Roma 21 (primo piano) - Nonantola

tel. 059/896639 (Mantovani) - 059/896656 (Ansaloni)
fax. 059/896590 - 648
e-mail: archivio@comune.nonantola.mo.it
referenti:
Ilaria Mantovani (Sport e volontariato)
Chiara Ansaloni (Museo di Nonantola ed Archivio storico)

orari:
Lunedì: Chiuso
Martedì: 9.00 - 12.30
Mercoledì: Chiuso
Giovedì: 09.00 - 12.30
Venerdì: Chiuso
Sabato: 9.00 - 12.30

Primo inserimento del 13/05/2011 -- Ultimo aggiornamento del 23/12/2019 ore 09.55 -- N° visioni: 8.495 - Stampa


Torna su


Sei il visitatore n° 11.090.275 - Totale utenti attualmente collegati: 167

Strumenti per la lettura: Visualizza il testo a caratteri normali Visualizza il testo a caratteri grandi Visualizza il testo ad elevato contrasto Visualizza il testo senza grafica

Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 28 Ottobre 2020 ore 12.50

Stemma del Comune di Nonantola
Comune di Nonantola
Via Marconi, 11 - 41015 Nonantola (MO)
Tel. 059 896 511 - Fax 059 546 290
Posta elettronica certificata: comune.nonantola@cert.comune.nonantola.mo.it
Partita IVA 00176690360 - Codice Fiscale 00237070362

Coordinate bancarie del Comune di Nonantola
Servizio Tesoreria Nonantola: Cassa di Risparmio di Cento: IT46W0611566890000000002546
Tesoreria unica presso Banca d'Italia: n.70730
Codice univoco di fatturazione UFWIJM

Privacy - Note legali
Meccanismo di feedback - Dichiarazione di accessibilità

© 2010-2020 Comune di Nonantola - Sito realizzato con stile e criterio da Aitec.it

Amministrazione Trasparente

Comune di Nonantola - Torna alla pagina iniziale Unione del Sorbara Comune di Bastiglia Comune di Bomporto Comune di Ravarino