Sala Cinema Teatro Massimo Troisi


Prosa 2019/20

 

UN ALT(R)O EVEREST
ATIR TEATRO RINGHIERA

SABATO 16 NOVEMBRE ORE 21.00

Una storia commovente e divertente: Jim Davidson e Mike Price sono due amici. Sono una cordata. Nel 1992 decidono di scalare la loro montagna: il Monte Rainier nello stato di Washington, Stati Uniti. Il sogno di una vita, una vetta ambita da ogni scalatore, un passaggio obbligatorio per chi, nato in America, vuole definirsi Alpinista. Ma le cose non sono mai come ce le aspettiamo e quella scalata non sarà solo la conquista di una vetta. Sarà un punto di non ritorno, un cammino impensato dentro alle profondità del loro legame, un viaggio che durerà ben più dei 4 giorni impiegati per raggiungere la cima.

 

ARLECCHINO FURIOSO
STIVALACCIO TEATRO

VENERDÌ 20 DICEMBRE ORE 21.00

Uno spettacolo divertentissimo dove una coppia di innamorati, Isabella e Leandro, costretti dalla sorte a dividersi, si ritrovano dieci anni dopo in Venezia pronti a cercarsi e innamorarsi nuovamente. Allo stesso tempo il geloso Arlecchino corteggia la servetta Romanella, pronto ad infuriarsi al primo sospetto di infedeltà. Chissà se alla fine l’amore trionferà tra i quattro protagonisti?
L’Amore, quello con la “A” maiuscola, è il motore di un originale canovaccio costruito secondo i canoni classici della Commedia dell’Arte. Un Amore ostacolato, invocato, cercato, nascosto e rivelato, ma soprattutto un Amore universale, capace di travalicare i confini del mondo.
Lo spettacolo è adatto anche ai bambini a partire dai 7 anni.

 

INFANZIA FELICE
Una fiaba per adulti
DI E CON ANTONELLA QUESTA

SABATO 18 GENNAIO ORE 21.00

Una maestra un po’ rigida, un gatto parlante, dei bambini capricciosi e viziati, una preside dedita all’aperitivo, una madre in carriera e un principe con la coppola azzurra come il mare, sono solo alcuni dei protagonisti di questa originale fiaba per adulti.
Un viaggio, anche molto divertente, all’interno della famiglia e della scuola di oggi, cercando di capire dove affondino le radici della rabbia che anima la guerra tra genitori e insegnanti e che spesso spinge i nostri bambini verso il bullismo.

 

TERRA MATTA (1918-1943)
STEFANO PANZERI

SABATO 25 GENNAIO ORE 21.00

Uno spettacolo avvincente, tratto dalla straordinaria autobiografia di un bracciante siciliano di inizio secolo, scritta in sette anni, tra il 1968 e il 1975, su una vecchia Olivetti. Un’opera che si caratterizza per una lingua dura, grezza, infarcita di dialettismi, con il punto e virgola a dividere ogni parola dalla successiva. “Terra matta (1918-1943)” fa parte di una trilogia che intende ripercorrere tutta la vita del protagonista lungo tutto il Novecento.
Lo spettacolo ha debuttato nel 2016 a Buenos Aires.
“Sulla base di una testimonianza autentica e personale come lo scritto di Vincenzo Rabito, costruisco personaggi, non appartenenti al vissuto dell’autore, ma “fatti” di storie vere, altrettanto autentiche, e inserisco tali personaggi nella narrazione, facendo lasciare anche a loro la propria testimonianza di vita” (Stefano Panzeri)

 

NESSUNA PIETÀ PER L’ARBITRO
CENTRO TEATRALE MAMIMÒ

SABATO 22 FEBBRAIO ORE 21.00

Uno spettacolo con un ritmo incalzante, che con ironia tocca tematiche importanti. Una partita rissosa, un fallo non fischiato e un braccio rotto. Attorno alla figura dell’arbitro la famiglia si allea, si accalora, collabora, si accanisce trasformando le situazioni conflittuali in conflitti di natura etica ed esistenziale.
Una famiglia che vive per il basket. Una società post-ideologica, in cui sembra non riusciamo più a scegliere in base a principi di valore. Eppure di scelte ne compiamo e continuamente. Ma in funzione di cosa?

Primo inserimento del 24/09/2019 -- Ultimo aggiornamento del 24/09/2019 ore 10.43 -- N° visioni: 287 - Stampa


Torna su


Comune di Nonantola - Torna alla pagina iniziale